KIKO LIQUID SKIN VS CATRICE HD LIQUID COVERAGE…battle of water foundations

KIKO LIQUID SKIN VS CATRICE HD LIQUID COVERAGE…battle of water foundations

IMG_4445.JPGcatrice hd liquid coverage

vs

kiko liquid skin second skin

 

 

IMG_4450.JPG
KIKO LIQUID SKIN VS CATRICE HD LIQUID COVERAGE…battle of water foundations

KIKO LIQUID SKIN second skin foundation nella tonalità WARM BEIGE 15

18,90€

DESCRIZIONE

Fondotinta fluido effetto seconda pelle con SPF 15. Gli attivi contenuti nella formula hanno molteplici proprietà: l’acido ialuronico contribuisce a idratare la pelle, la vitamina C e il Resveratrolo aiutano a mantenere l’epidermide elastica, la Creatina aiuta a mantenere la pelle morbida al tatto.

Liquid Skin Second Skin Foundation si fonde con la pelle senza appesantirla. La texture, sottile e impalpabile, regala un’applicazione facile, scorrevole e dal tocco setoso. La coprenza è media e facilmente modulabile. La presenza di filtri solari UVB aiuta a proteggere l’epidermide.

Il flacone in vetro con contagocce è ideale per mantenere la formula liquida di Liquid Skin Second Skin Foundation e garantisce che gli attivi rimangano efficaci a lungo. Disponibili 14 referenze colore, che si adattano a ogni tipo di carnagione.

Ipoallergenico = Formulato per ridurre al minimo il rischio di allergie.

Non comedogenico.

Fragrance Free.

Questo fondo l ho utilizzato moltissimo l inverno scorso. Ha un effetto matt pur mantenendo una texture leggerissima, é in effetti composto d’ acqua in altissima percentuale. Il finish é satinato e vellutato, con un effetto “soft focus” per un incarnato levigato.

Bisogna agitarlo prima dell uso per unire bene i pigmenti alla parte liquida, prelevarne qualche goccia con la pipetta e versarla su di un pennello fitto (buffer) da fondotinta o direttamente sul viso con le dita per poi sfumarlo  con la beauty blender umida e ben strizzata. Inizialmente é molto liquido, si lascia sfumare facilmente e si fonde perfettamente sul viso come una seconda pelle. Si asciuga matte in circa un paio di minuti e rimane un effetto cipriato.

Il pennello é la soluzione migliore in applicazione perché applicandolo direttamente con la spugnetta, questa assorbirebbe la stragrande maggioranza del prodotto.

Per chi ha la pelle secca come me bisogna applicarlo su di una base molto ben idratata e meglio con l’ utilizzo di un primer sotto.

Per le pelli miste o grasse é ottimo visto che non soffoca troppo la pelle lasciandola opaca tutto il giorno.

I toni in gamma si dividono fra BEIGE, ROSE e NEUTRAL, per ogni tipo di sottotono,

e le tonalità proposte sono 14.


 

IMG_4455.JPG

CATRICE HD LIQUID COVERAGE foundation 24H nella tonalità 030SAND BEIGE

7,99€

DESCRIZIONE

Second Skin. Un ovale levigato dal finish ad alta definizione. La texture liquida ultra leggera si applica con l’esclusivo dosatore e offre un’alta coprenza che dura fino a 24 ore.

E´un gran bel fondotinta per un prezzo cosí low cost.

Nella mia zona é possibile trovare i prodotti Catrice nelle Coin e da Scarpe&scarpe.

Online si trova invece su Maquillalia o da Lillapois.

La resa é HD, con un ottima coprenza delle piccole imperfezioni e dei rossori ma dal finish finale leggero e naturale.

Ha una buona durata durante la giornata, anche lui si fissa definitivamente una volta asciutto e rimane uno strato sottile super confortevole.

Anche qui, sulle pelli secche idratare molto bene prima il viso.

  • Coprenza alta dal finish naturale
  • Texture liquida e ultra leggera
  • Durata molto alta

Le colorazioni in gamma sono poche, questa é l’ unica pecca della linea.

Sono 4 di cui tre dal sottotono beige e una rosa

010/020/030/040

Io ho la 030 che per me é troppo scura per questo periodo dell anno, devo prendere assolutamente la 010….e in più devo dire che pur chiamandosi 030 sand beige, io ci vedo una punta di rosa in realtà all interno che con il mio sottotono giallo si nota abbastanza.

IMG_4456.JPG
KIKO WARM BEIGE 15 / CATRICE 030 SAND BEIGE
Tra i due quello di Kiko rimane un pò più leggero e fluido in stesura, mentre quello di Catrice é un pochino più denso e coprente, diciamo basta un solo strato mentre con il Liquid Skin ne faccio un paio.
Entrambi si fondono perfettamente con la pelle una volta asciutti, se avete pori dilatati consiglio un primer sotto perché a me é sembrato che un attimino li evidenziano.
Ancora, per quanto riguarda il Liquid Skin di Kiko, tende a fare “crease” (a evidenziarmi le zone di secchezza più forti, come ad esempio le ali del naso) più presto rispetto al Catrice.

Tirando le somme devo dire che, nonostante generalmente prediliga i  fondi dal finish dewy, quando voglio un effetto matt é un tipo di fondotinta che mi piace per la sua durata e la sua leggerezza sul viso, ma comunque entrambi li consiglio per
pelli miste/grasse che tendono a lucidarsi
se avete la pelle secca o tendenzialmente secca é un pò noioso da gestire, nonostante dia un bell’ effetto. Ottimi per serate o in foto.
Per settarlo anziché la cipria preferisco utilizzare uno spray alle vitamine o un’ acqua termale, che mi aiutano a ricaricare la pelle dell’ idratazione necessaria al mio tipo di carnagione.

KIKO LIQUID SKIN VS CATRICE HD LIQUID COVERAGE…battle of water foundations

Vi farò sapere se proverò altri fondotinta di questa tipologia,

a presto,
Barbara.

 

BAKING perfetto SUPER LOW COST ~ trick

BAKING perfetto SUPER LOW COST ~ trick

Hello Sinners…

di questa cosa ve ne volevo parlare da un pò perchè la utilizzo da qualche mese.

Tutto é iniziato col fatto che avendo la pelle molto secca, ho sempre avuto paura delle ciprie, difficile trovarne di leggere che non mi segnino il viso, traslucide quindi che non cambino il colore del mio fondo e che non costino un patrimonio e mezzo…

Seguendo la mia adorata, amatissima youtuber  ❤️  KathleenLights sono venuta a conoscenza della RCMA No-Color Powder.

p_550x550.jpg
RCMA No Color Powder

Questa cipria ultra sottile qui in Italia non si trova, al massimo la si può ordinare dal sito inglese love-makeup.co.uk al costo di circa 10€.

Kathleen era talmente entusiasta di questa cipria (anche lei ha la pelle secca) che ho voluto controllarne l’ INCI  per vedere cosa potevo trovare di simile fra i brand nostrani…ho cercato la lista degli ingredienti in lungo e in largo per poi scoprire che, la RCMA No Color Powder é composta da: TALC

Bhe, niente di più facile mi son detta..il talco é talco.

Cosicché ho iniziato a provare ad utilizzare il Borotalco per settare il mio correttore…e mi ha piacevolmente stupito!!

Borotalco_Talco_Latta-250x250.png

La sua texture é talmente leggera, una polvere ultra sottile che non segna minimamente il contorno occhi, tant’ é che la utilizzo anche per farci baking!

Dopo un pò che lo stavo testando, Il makeup artist DanieleLoRusso pubblica un video su youtube dove anche lui utilizzava questa tecnica!
E io ammirando molto Daniele sono stata ancora più convinta che…stavo facendo bene 😁

  • E´vero quindi che la RCMA non ha un costo alto rispetto ad altre ciprie, sopratutto per il rapporto quantità/prezzo, ma direi che questa soluzione é alternativa e non solo più reperibile (quanto meno per noi Italiane) ma addirittura ancora più economica.
  • E´grandiosa sia per settare il correttore e il fondotinta che per effettuare il baking.
    Il BAKING é una tecnica con la quale si ottiene un risultato di pelle perfetta, super liscia con i pori minimizzati e un contouring accentuato. Risulta abbastanza pesante sul viso, ma dalla tenuta estrema, quindi adatto ad occasioni importanti o serate o servizi fotografici. Le Drag Queen sono state le pioniere di questa tecnica. Consiste nel fissare ogni strato di fondotinta, correttore o altro prodotto in crema con una generosa quantità di cipria (io la applico con la beauty blender in questo caso), che và applicata e lasciata agire per qualche minuto, nei quali essendo la pelle coperta, la temperatura del nostro corpo in quella specifica zona tende a salire e fonde insieme i prodotti (la crema con la polvere), letteralmente li “cuoce”, da qui il termine Baking (“bake the face”) e li rende a prova di proiettile! Dopo pochi minuti si elimina l eccesso di talco con un pennello morbido e il gioco é fatto.
  • Ha un ottima durata, devo dire che tiene la lucidità a bada per ore, ed evita al correttore di infilarsi nelle rughe di espressione.
  • Essendo trasparente non modifica il colore della nostra base, come succede con ciprie non traslucide, quindi può essere usata da ogni tono di pelle, una grande comodità.
  • La cosa bella per le pelli secche é che non ne enfatizza il problema e non dà quell’ aria polverosa. Con le pelli miste inoltre tiene a bada anche il problema dell oleositá.
  • A me non irrita la pelle, c é da dire ovviamente che se siete sensibili al talco e i prodotti che lo contengono vi irritano o creano imperfezioni, non fa per voi.

Dopo questa breve lode al mio trucchetto degli ultimi mesi 😄  vorrei specificare che non stò dicendo che il Borotalco sia meglio di tante ciprie in commercio, essendo nata per questo scopo la cipria fa il suo dovere, ad esempio ne sto provando una da qualche settimana che mi sta piacendo tanto, ve ne parlerò fra un altro po di tempo….bisogna trovare quella adatta per la propria pelle insomma, tutto qui.

Però dico che é una valida alternativa che ho testato alla RCMA, per chi non riesce a reperirla e vuole provarla, per chi ha la pelle secca come me ma non vuole rinunciare a settare la propria base (provare per credere), per chi ama sperimentare e provare prodotti e tricks sempre diversi.

Anche per quanto riguarda INCI  e composizione dei vari talco in commercio, scegliete voi in base a cosa vi piace di più, per chi ama il Bio ad esempio quello di BIO BIO BABY ha un inci impeccabile e una polvere molto morbida anche grazie all estratto di calendula lenitiva.

Io ho iniziato con il Borotalco classico della Roberts e non ho avuto nessun problema comunque, ora ho preso Il Johnson’s baby powder che con mia sorpresa ha un buon inci, é infatti tutto TALCO, non contiene altro…ottimo.

download.png

pilogen-bio-bio-baby-talco-alla-calendula-83959-it.jpg


E´tutto per ora ragazze,

fatemi sapere nei commenti se anche voi utilizzate la tecnica del baking, se proverete questa versione cheap e se avete qualche altro trucchetto che volete condividere con me 😊

ci sentiamo al prossimo trick 😉

Barbara.

sparkling desire with nevecosmetics

sparkling desire with nevecosmetics

Sfido chiunque appassionato di makeup a passare di fronte ad uno stand nevecosmetics e non lasciarsi tentare da questi favolosi pigmenti scintillanti e pieni di luce per look fatati!!!
Sto’ parlando in particolare di:

Glaciazione, Disgelo e Diamanti in Polvere.

IMG_3061.JPG

Generalmente non amo i pigmenti in polvere libera, ma questi proprio sono qualcosa di favoloso….

Io li ho acquistati presso una boutique della mia citta’ che ha diversi brand bio, ad oggi molti negozi tengono gli stand di neve, altrimenti li trovate ovviamente nel loro sito ufficiale http://www.nevecosmetics.it 

marchio italiano giovane, indipendente, creativo e green, infatti i loro prodotti sono cruelty-free, liberi da siliconi, petrolati e parabeni.

Le jar hanno un costo di 7,90euro quelle da 2grammi, oppure in formato mini da 0,7grammi a 3,90euro. Sono Vegani e 100% minerali.

 

Ora passiamo al lato pratico e vediamo come applicare al meglio questi pigmenti.

Essendo in polvere libera, neve ci dice che possiamo utilizzarli non solo come ombretti, wet&dry, ma possiamo sbizzarrirci per creare dei particolari e personalissimi blush, all over per il corpo nonché smalti per le unghie! Scatenate la fantasia!

 

IMG_1719.JPGUtilizzati asciutti la loro “scrivenza” é abbastanza leggera, e ovviamente anche la durata ne risente, svolazzerebbero infatti dopo poco tempo…..quindi, vediamo le diverse tecniche per applicarli e sfruttarli al meglio.

Per far si che resistano sulla palpebra bisogna che aderiscano ad una base appiccicosa, qualcosa che una volta asciutta li trattenga sulla superficie.

IMG_3066.JPG

Ad esempio qualcosa come un correttore o un fondotinta in crema, che una volta asciutti si possono fissare con un velo di cipria trasparente che non compromette il colore del pigmento. Un matitone cremoso in stick, oppure un primer occhi o un pot di ombrettini in crema long lasting, di quelli ce si fissano e durano tutto il giorno senza andare nelle pieghette. Infine per una tenuta direi estrema, si puo utilizzare la colla per ciglia finte…magari per quelle serate in cui dobbiamo star fuori per ore e ore. Siate solo sicure di munirvi di un buono struccante a base oleosa per poi rimuovere il tutto, che distrugga la base senza dover fregare troppo.

Ora vediamo gli swatch nel dettaglio.

 

Glaciazione

IMG_1656.JPG

Uno splendido pigmento ghiaccio trasparente dai riflessi azzurro-blu. Perfetto per far risaltare gli occhi verdi o castani. Magico se aggiunto ad un eyeliner semplice per un tocco piu’ glam, o utile anche per dare un effetto di denti piu’ bianchi se aggiunto ad un gloss trasparente.

Insieme ad Aurora Boreale e Disgelo fa parte della collezione “I Cristalli” , pigmenti a base trasparente che sprigionano intense tonalita’ duochrome quando colpite dalla luce…..un sogno!

 

 

 

IMG_3093.JPG
Glaciazione_nevecosmetics

Da sinistra verso Destra:

Base cremosa nera: probabilmente la mia applicazione preferita per Glaciazione, ne risalta molto bene l effetto duochrome.

Colla per ciglia finte: resa ottima! essendo la colla trasparente lo rende effettivamente un distesa di cristalli puri

Matitone long lasting argento: non avendo una base bianco latte ho voluto utilizzarne una color argento (Kiko 02),anche per aumentarne la luminosita’ della polvere, infatti l’ effetto é luce pura, anche se si perde un po’ l effetto del duochrome.

Primer occhi: questo della essence ha una base giallo/aranciata che si vede un pochino al di sotto del pigmento, ma utilizzandone uno trasparente credo che l effetto sia piu’ o meno come quello della colla per ciglia, ma anche cosi’ non é per niente male, e la tenuta é ottima!

Correttore: l’effetto é piu’ discreto e leggero, stesso discorso sulla base colore come per il primer. Mi raccomando fissare con cipria per evitare che vada nelle pieghette dell occhio.

 

Disgelo

IMG_1659.JPG

Cristallo dai solari riflessi dorati, l’effetto è quello del sole pomeridiano riflesso sui ghiacciai all’ inizio della primavera! Luce calda e brillantissima. Anche lui fa parte della collezione “I Cristalli”.

IMG_3107.JPG
Disgelo_nevecosmetics

 

Da sinistra verso Destra:

Base cremosa nera: effetto molto bello e glamour per smokey eyes

d’ impatto!

Colla per ciglia finte: con base trasparente, il mio effetto preferito per questo pigmento che tira fuori tantissime cangianze di colore giallo,oro e verde lime!

Matitone long lasting oro: in questo caso anziché l’ argento ho voluto utilizzare un matitone cremoso color platino (kiko MOON SHADOW 01), insieme sono perfetti, viene fuori un effetto metallico pazzesco!

Primer occhi: in questo caso il sottotono del primer direi che ci sta’ piu’ che bene….tira fuori un luccichio da 24carati!!

Correttore: per un effetto molto piu’ leggero e discreto, carino come punto luce sul condotto lacrimale in un trucco semplice sui toni della terra e del bronzo.

 

Diamanti in Polvere

 

IMG_1141.jpg

Praticamente fairy dust! Luce allo stato puro! Bianco argento scintillante, trasparente e purissimo. Proprio come i diamanti sta bene da solo ma è anche facilissimo da abbinare ad altri colori. Come illuminante ‘all-over’ aggiunge un prezioso tocco di luce a zigomi, labbra e decolleté.

IMG_3077.JPG
Diamanti in Polvere_nevecosmetics

 

Base cremosa nera: effetto carino, molto contrasto.

Colla per ciglia finte: luce intensa,quasi un effetto specchio.

Matitone long lasting argento: il mio preferito…questa base é perfetta, ne enfatizza all’ ennesima potenza la brillantezza……. una lamina metallica con un esplosione di diamanti!

Primer occhi: effetto molto carino. solito discorso base gialla.

Correttore: anche questo carino e discreto per un look piu’ easy.

 

IMG_3085.JPG

IMG_3110.JPG

IMG_3076.JPG

 

Vi carichero’ a breve qualche makeup fatato creato con queste meraviglie…….per ora é tutto,

 

Stay Rock, Barbara.ONJT6984.jpg